oldbaldygolfcourse.org

Il cine-capitale. Il «Cinema» di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini - Jun Fujita Hirose

DATA DI RILASCIO 23/01/2020
DIMENSIONE DEL FILE 8,67
ISBN 9788869481420
LINGUAGGIO ITALIANO
AUTRICE/AUTORE Jun Fujita Hirose
FORMATO: PDF EPUB MOBI
PREZZO: GRATUITA

Vuoi leggere il libro? Il cine-capitale. Il «Cinema» di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini in formato pdf? Bella scelta! Questo libro è stato scritto dall'autore Jun Fujita Hirose. Leggere Il cine-capitale. Il «Cinema» di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini Online è così facile ora!

Troverai il libro Il cine-capitale. Il «Cinema» di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini pdf qui

"Il denaro è il rovescio di tutte le immagini che il cinema mostra e monta al dritto", scrive Gilles Deleuze nel secondo torno del suo dittico sul cinema. Da sempre il capitale sta dietro e accompagna l'avventura cinematografica. E quindi una lettura marxista di "L'immagine-movimento" e di "L'immagine-tempo" che si propone in "Il cine-capitale". In che modo il cinema fa lavorare le immagini, traendone un plusvalore? Come e in quale fase della sua accumulazione il cine-capitale integra nel suo processo di valorizzazione il lavoro degli spettatori? Ejzengtejn e Hitchcock non hanno forse anticipato l'arrivo della new economy degli anni Novanta, dematerializzando le immagini da un lato e finanziarizzandole dall'altro? Quando e come le immagini hanno cominciato a ribellarsi contro lo sfruttamento cine-capitalistico? Come organizzano il processo della propria autovalorizzazione? Perché il cinema politico, dopo Straub e Huillet, ha smesso di preferire le riprese in riva al mare? Cosa permette a Deleuze di dire che Ozu, molto criticato dai comunisti giapponesi del tempo per il suo amor fati, è un regista di sinistra? Il nostro mondo sarà un giorno godardiano? La moneta-immagine si socializzerà un giorno, abolendo insieme la moneta-denaro e la moneta-parola? Questi sono alcuni dei temi discussi in questo libro, il cui intento è di fondare una teoria critica del modo di produzione cine-capitalistico, che vorrebbe rivolgersi non solo a chi vuole andare oltre le interpretazioni normative della filosofia deleuziana o impegnarsi in un progetto collettivo di riattivazione della teoria generale del cinema, ma anche a chi gira o vuole girare dei film. E questo perché la questione fondamentale non è altro che quella della scelta di campo: o si diventa un agente del cine-capitale o ci si allea con le immagini che insorgono contro di esso. Prefazione di Ubaldo Fadini.

...a Cinelibreria Notorius nasce nel 2001 a Reggio Emilia con l'intento di fornire una valida alternativa alla cosiddetta "grande distribuzione" per quanto riguarda il mercato del Cinema su supporto home-video ... Divenire molteplice. Saggi su Nietzsche e Foucault ... ... . Ad affiancare la nostra sezione di film in DVD, BLU-RAY, VHS e altri supporti c'è poi la nostra ampia scelta di libri e riviste di settore, tutto esclusivamente incentrato sul Cinema. Una teoria del cinema non è 'sul' cinema, ma sui concetti che il cinema suscita, anch'essi in rapporto con altri concetti corrispondenti ad altre pratiche […] Il cinema stesso è una nuova pratica delle immagini e dei segni, di cui la filosofia deve fare la teoria in quanto pratica concettuale." [1] Nicolas Martino: Tra l'eroina che conquista le periferie delle metropoli e la vendetta di TINA - Erinni neoliberista che sparge il suo spirito mefitico... Visita eBay per trovare una vasta selezione ... "Il cine-capitale. Il Cinema di Gilles Deleuze e il ... ... ." [1] Nicolas Martino: Tra l'eroina che conquista le periferie delle metropoli e la vendetta di TINA - Erinni neoliberista che sparge il suo spirito mefitico... Visita eBay per trovare una vasta selezione di deleuze l'immagine tempo. Scopri le migliori offerte, subito a casa, in tutta sicurezza. Gilles Deleuze (Parigi, 1925-1995), è il filosofo contemporaneo che ha teorizzato in maniera problematica il rapporto esistente tra cinema e filosofia, individuando l'interessante analogia per cui, così come la filosofia elabora concetti, il cinema crea attraverso le immagini. Il Cinema di Gilles Deleuze e il divenire rivoluzionario delle immagini» di Jun Fujita Hirose. Proponiamo qui un estratto: Quando il cinema compera le immagini, paga solo per il loro aspetto attuale, mentre sussume in aggiunta il loro aspetto virtuale al processo di produzione. Secondo Deleuze il movimento automatico del cinema, e quindi la visione di immagini-movimento che procedono automaticamente e che non si interrompono sino alla fine del film, determinano nello spettatore processi mentali e vibrazioni intellettive di tipo assolutamente nuovo. Scopri tutti i libri editi da Ombre corte su Librerie Università Cattolica del Sacro Cuore Gilles Deleuze, ne "L'immagine-movimento" e ne "L'immagine-tempo", scritti entrambi negli anni Ottanta, sostiene la tesi secondo la quale, nonostante la grande abbondanza di mediocrità presente nella produzione cinematografica, i grandi autori del cinema possono essere paragonati non soltanto ad altri artisti, quali architetti, pittori o musicisti, ma anche a dei pensatori, che pensano ......